lunedì 13 giugno 2016

THI DUNG GIADA: AUTOBIOGRAFIA DI UNA RAGAZZA AUTISTICA AD ALTO FUNZIONAMENTO

Thi Dung Giada Barzaghi 
Cristina Balzaretti 

Miaooo! La mia vita a quattro... ops... due zampe

Autobiografia di una ragazza autistica ad alto funzionamento

Prima edizione: novembre 2015
Proprietà letteraria riservata 
© 2015 La Vita Felice – Milano 
isbn 978-88-7799-760-9 
www.lavitafelice.it info@lavitafelice.it



Scrive Cristina Balzaretti: 
"Conoscere la vita, le difficoltà e il modo particolare di “sentire” di un soggetto autistico ad alto funzionamento, aiuta le persone “normali” a comprendere meglio il mondo autistico ma, a mio avviso, anche quello più in generale della disabilità psichica e cognitiva. Penso che il libro possa, soprattutto, sensibilizzare l’opinione pubblica e offrire ricadute operative in vari ambiti dell’educazione: – utilizzo nelle scuole come percorsi di consapevolezza sulla diversità (dal secondo ciclo della Scuola Primaria in poi); – utilizzo per costruzione di percorsi di scrittura narrativa come espressione di sé, anche con persone adulte disabili; – utilizzo per operatori del settore: pedagogisti, insegnanti, educatori, psicologi, assistenti sociali e neuropsichiatri. Il libro possiede comunque le caratteristiche per diventare uno strumento utile a genitori e associazioni che si occupano di autismo e, più in generale, di disabilità."

Il libro è, debbo scriverlo qui, splendido nella sua semplicità apparente e complessità da conoscere parola dopo parola. Lo sarebbe anche, splendido, se non si venisse a sapere nulla della storia della sua autrice prima di aver terminato la lettura. Se la si conoscesse passo per passo al di là del titolo, dentro quel "Miaooo" che riassume in un verso felino dalle tonalità variegate tutta la gamma delle emozioni umane.

Sarò presente questo Venerdì alle ore 18.30 presso il Polo Culturale 16 in Via Lombroso 16 per partecipare alla presentazione del libro. Non potrò che tirare in ballo il termine "relazione" perché qualsiasi tecnica, se priva di empatia e di uno sguardo affettivo sull'altro, non ottiene i risultati che invece hanno fatto di questo libro la biografia di Giada e il richiamo per l'anima di ogni lettore.